Ritorno a Check-list 
Redazione a cura di Federico Capitani:

Commenti mese per mese alla c-l modenese 2006

Gennaio e Febbraio

Ho preparato il file con la check list per i primi due mesi di questo 2006.
Siamo arrivati a 88 specie complessive: tutto più o meno nella norma considerato il periodo.
Tra le varie segnalazioni va ricordata quella del CIGNO MINORE. Dopo essersi fatto vedere a Valle Bertuzzi, il 5 febbraio è stato rivisto alla Tomina. E’ molto probabile che fosse lo stesso esemplare anche se le discussioni portate avanti su altre liste non sono riuscite, nonostante le foto, a risolvere del tutto la questione.
 

Marzo e Aprile
Ho appena finito di combattere con la sfilza di dati dei messaggi di marzo e aprile – così imparo a tenermi il lavoro in arretrato!! Gli ultimi due mesi sono stati pieni di osservazioni interessanti e le specie nuove che si sono aggiunte sono per la maggior parte migratrici. Impressionante per alcune la precisione della data di arrivo (o meglio di prima segnalazione) rispetto a quelle del 2004 e del 2005. Cito a memoria gli esempi di Mignattino piombato, Tortora e Cuculo arrivate praticamente nella stessa data. Al contrario altre specie rispetto agli anni passati sembrano aver anticipato - come il Rigogolo e lo Stiaccino - o ritardato. Come dicevo, molte sono state le osservazioni interessanti. Ma andiamo per ordine.
Marzo
Iniziato il passaggio e l’arrivo dei migratori. Sono state viste le RONDINI (4 marzo), i BALESTRUCCI (11 marzo), i TOPINI (23 marzo) mentre il primo RONDONE si è fatto vedere il 18. Da ricordare, nella stessa data, anche l’osservazione presso la Tomina di 3 CORVI, non frequenti nella nostra provincia, e almeno due osservazioni di GRU: la prima il 19/3, 2 esemplari nella bassa; la seconda il 25/3, 5 esemplari alla Partecipanza di Nonantola. Inoltre nel mese di marzo nelle vicinanze di Carpi si è insediata la terza coppia per la provincia di Modena di CICOGNA BIANCA: due esemplari che inizialmente avevano iniziato ad accumulare sterpi su una delle ruote predisposte a questo scopo hanno poi preferito continuare la costruzione del nido su un palo dell’ENEL sul quale nei giorni successivi è stato montato un pallet. Speriamo che la nidificazione vada a buon fine. Le altre due coppie, dalle parti di Novi e di S. Martino in Spino, sono anch’esse attive.
Aprile
Il flusso migratorio si è notevolmente intensificato. Alcuni esempi: sono arrivati il GRILLAIO, l’AIRONE ROSSO, la QUAGLIA e tra i piccoli passeriformi gli acrocefali di palude come la CANNAIOLA e il CANNARECCIONE. Ma non solo. Interessanti anche le segnalazioni di CROCCOLONE, FRULLINO, CHIURLO PICCOLO, FALCO PESCATORE, AQUILA MINORE e RONDONE MAGGIORE solo per citare alcune delle osservazioni più significative che hanno arricchito i report del mese. Concludo con due “succulente” osservazioni che avrei voluto fare volentieri anche io:-) Sono quelle relative alla BIGIA GROSSA, vista alle casse del Panaro il 9/4, e al PAGLIAROLO, a Manzolino il 20/4.
 
Maggio

Anche nel mese di maggio non sono mancate osservazioni interessanti.
Scorrendo i messaggi me ne sono annotate alcune: la SCHIRIBILLA GRIGIATA inanellata e fotografata alla Tomina http://it.geocities.com/faustalui/index.htm ; la coppia di SVASSI PICCOLI in abito riproduttivo a Manzolino (a proposito: sono stati rivisti?), ed un singolo individuo, sempre in abito, alla Tomina; l’AQUILA MINORE sulla discarica di Fontanamlera, insieme ai CORVI IMPERIALI; i due MIGNATTAI nelle valli mirandolesi; le BIGIE PADOVANE e gli OCCHIONI sul greto del Secchia a Rubiera ed infine 2 STERNE ZAMPENERE nei pressi della Tomina, interessanti visto il periodo.
Per il resto tutto nella norma. Sono arrivati i GRUCCIONI e le nidificazioni delle CICOGNE BIANCHE continuano (pulli nati a La Luia, in via Fossetta Cappello e via Remesina) anche se le ultime notizie arrivate in rete riguardo ai tre nidi attivi risalgono ormai a più di un mese fa.
Concludo con un po’ di burocrazia. Come avrete letto ho dovuto eliminare il PAGLIAROLO che in realtà è stato visto in provincia di Bologna, a 1-2 km dal confine. Pur togliendolo dal computo delle specie ho però deciso di lasciare la segnalazione in coda alla check list perché comunque significativa.
 

Luglio
Nel caldo di luglio trai messaggi arrivati in lista spicca l’osservazione di un PELLICANO alla Tomina il 9/7. Va pure ricordato il GABBIANO CORALLINO del 29/7, sempre alla Tomina, in quanto specie non certamente comune dalle nostre parti. Inoltre, proprio a fine mese, si è fatta vedere anche una bella PITTIMA MINORE in abito.

Agosto

Per quanto riguarda il mese di agosto oltre ai 5 Ibis, di cui parlerò dopo, sono stati visti un CUCULO DAL CIUFFO juv, 3 CICOGNE NERE e una CUTRETTOLA TESTAGIALLA ORIENTALE primo inverno (inanellata e fotografata alla SOM).
Molte foto delle specie su citate le trovate come al solito sul sito di Fausta:
http://it.geocities.com/modenabw/foto/foto.htm

Ma veniamo finalmente agli Ibis! La Tomina conferma la sua fama di imbuto ornitologico! Insomma, è per gli uccelli quello che lo svincolo di Modena Nord è per i camionisti: prima o poi ci passano tutti. Dunque, a partire dal 18 agosto e fino al 18 settembre sono stati presenti alla Tomina 5 IBIS EREMITA. Si tratta di esemplari 2cy dotati di un anello blu/bianco. Inoltre alla zampa sx portano due anelli in pvc di colori diversi per l'identificazione dei singoli individui.
Come tutti sapete fanno parte del progetto di reintroduzione austriaco Waldtrapp (e non dell’analogo progetto spagnolo – vedi sotto). Gli esemplari erano in viaggio verso la zona di svernamento, Orbetello in Toscana, circa 80 km lontani dalla rotta prevista.
Il sito relativo al progetto è http://www.waldrappteam.at/ Bella specialmente la sezione con le foto. Andate a vedervi le immagini degli Ibis in volo sulle Alpi: da brividi. Bello pensare che sono passati di là e poi sono arrivati nella nostra bassa.
Se volete rinfrescarvi la memoria e avere un quadro generale della cronistoria degli Ibis in Italia potete andare sul blog di Menotti Passarella http://birdingitalynet.blog.tiscali.it/  dove ci sono diversi post sull’argomento: basta mettere “eremita” nello spazio “cerca nel blog”.
Visto che l’argomento merita ulteriori approfondimenti vi segnalo alcune notizie e link interessanti per tuffarsi nel mondo dei Geronticus:
In Spagna è in corso un progetto di reintroduzione della specie a "La Janda", Cádiz, nella Sierra del Retín (Barbate) – Andalusia. Il programma è supportato dalla Estación Biológica de Doñana (CSIC) e dall’International Northern Bald Ibis Group (IAGNBI). Cos'è l'International Northern Bald Ibis Group (IAGNBI)
http://www.juntadeandalucia.es/medioambiente/fauna/eremita/GrupoInt.pdf#search=%22IAGNBI%22
Altro articolo interessante:
http://www.unep-aewa.org/publications/saving_charismatic_bird.htm
Articolo sugli Ibis eremiti trovati in Siria nel 2002 dall’italiano Gianluca Serra:
http://www.ebnitalia.it/qb/QB015/ibis.htm
Notizie sul progetto di monitoraggio satellitare della piccola colonia siriana: sul sito dell’RSPB
http://www.rspb.org.uk/tracking/index.asp
e sul sito dell’AEWA - African-Eurasian Migratory Waterbirds
http://www.unep-aewa.org/news/news_elements/2006/northern_bald_ibis.htm

Dopo tutto l’entusiasmo profuso credo che mi toccherà di andarli a vedere anche io…
 

Settembre

Brevissimamente, le osservazioni più salienti di settembre.
Il mese è iniziato con la seconda cattura di un giovane di CUTRETTOLA TESTAGIALLA ORIENTALE alla SOM.
Altre specie interessanti viste e segnalate in lista sono state CASARCA, MIGNATTAIO, PIOVANELLO MAGGIORE, RONDONE MAGGIORE, FORAPAGLIE MACCHIETTATO (inanellato alla SOM) e naturalmente i 5 IBIS EREMITI che almeno fino al 18/9 stazionavano ancora dalle parti della Tomina.
Per il resto, prime avvisaglie dell’autunno con l’arrivo in pianura di PETTIROSSO e SCRICCIOLO.
 

Ottobre e Novembre

Ho aggiunto alla lista i dati dei mesi di ottobre e novembre e siamo arrivati a ben 224 specie. Togliendo le 5 della lista E siamo a 219 ovvero, udite udite, una in più rispetto ai cugini di Parma!
http://www.lipuparm a.it/birdwatching/
Per la verità la loro lista è aggiornata alla metà di novembre però al momento li abbiamo sorpassati ;-)

Visto che siamo in dirittura di arrivo vale la pena di iniziare a fare qualche comparazione.
Ad esempio, rispetto allo scorso anno ci mancano gli Smerghi, la Strolaga mezzana, il Piviere tortolino, alcuni Gabbiani (Zafferano, Nordico e Gavina) oltre a specie relativamente comuni come zigolame e allodolame vario (Zigolo giallo e muciatto, Ortolano; Tottavilla, Calandrella). Certo, non appena arriverà il freddo la lista si arricchirà ulteriormente.
Se avete qualche segnalazione interessante dimenticata nel taccuino mandatela in rete!

Dicembre

Ho aggiornato la c.l. con i dati del mese di dicembre.
Considerato il basso numero di messaggi non ho dovuto lavorarci molto.
Anche le osservazioni sono state poche ma tutte molto interessanti. Le elenco brevemente:
- 2 NIBBI REALI alla Tomina l’8/12
- un FISTIONE TURCO maschio alla Partecipanza di Nonantola a partire dal 9/12
- un GUFO DI PALUDE, sempre alla Tomina, il 16/12
- una GRU posata nei pressi della Partecipanza di Nonantola il 18/12
- un PELLICANO a Manzolino il 23/12

Tra quelle viste nell’ultimo mese dell’anno l’unica specie non ancora segnalata in lista per il 2006 è stata il Gufo di palude, osservazione ancor più significativa considerato che rappresenta una new entry anche rispetto alle c.l. del 2004 e del 2005.