Ritorno a Check-list 
Redazione a cura di Federico Capitani:

Commenti mese per mese alla c-l modenese 2007

Gennaio

Anche quest’anno si riparte con la check list!

Ecco i commenti alle osservazioni di gennaio.
Le specie viste nel primo mese dell’anno sono state complessivamente 87. Di rilevante, per quanto riguarda la pianura, alcune specie già presenti in zona a dicembre e riconfermate a gennaio, quali FISTIONE TURCO, NIBBIO REALE e GUFO DI PALUDE; a queste si aggiungono quelle “nuove” ovvero MARANGONE MINORE, MORETTA TABACCATA, FENICOTTERO, FRULLINO, ORGANETTO solo per citarne alcune. Sicuramente interessante, considerato il periodo, la presenza di un CAVALIERE D’ITALIA alla Tomina (ferito, debilitato?). Nota: anche nel 2006, il 13/01, era stato segnalato un esemplare svernante. Per quanto riguarda l’alto Appennino merita di essere ricordata la segnalazione di un FRINGUELLO ALPINO imbrancato ad alcuni Sordoni.

Qualche commento.
Penso che la segnalazione del GUFO DI PALUDE a La Tomina sia molto attuale. Sulle liste nazionali (BW-Italia e Ebnita-list) è di questi giorni la notizia di una notevole concentrazione di Gufi di palude svernanti nel Mezzano (FE)
http://web.tiscalinet.it/ebnitalia2/QB002/mezzano.htm
con numeri mai rilevati in precedenza.
Chi volesse approfondire le conoscenze su questa specie deve assolutamente visitare il sito
http://www.flammeus.it/
con tantissime notizie interessanti.

Inoltre segnalo l’articolo “Il Gufo di palude nel Mediterraneo ed il suo futuro in Italia” di M. Mastrorilli e P. Bressan su Quaderni di Birdwatching - Anno VI - vol. 12 - ottobre 2004 in www.ebnitalia.it
Chi non ha mai visto il GdF (io l’ho beccato solo una volta nel Mezzano e per pochi istanti…) e vuole scaldarsi gli occhi può fare un po’ di bw virtuale prima qui:
http://www.youtube.com/watch?v=Vcepa7UtJ9Q
e poi qui
http://www.hbw.com/ibc/phtml/votacio.phtml?idVideo=1698&tipus=1
 

Febbraio
Ecco i commenti alle osservazioni di febbraio.
Mesetto tutto sommato tranquillo.

La curiosità del mese è stata il MARABOU visto prima alle Casse dell’Enza (PR-RE) e poi ricontattato dalle parti di Castelvetro (MO). Spulciando in rete ho visto che esistono tre specie: Leptoptilos javanicus, dubius e crumeniferus. A occhio dovrebbe essere L. crumeniferus. Concordate?
Nonostante si tratti di un aufugo, penso che la segnalazione sia un esempio (scusate se esagero) affascinante di come possano funzionare le reti di osservazione e le mailing list locali (anche se piccole) e di come possa essere utile fare circolare le segnalazioni per capire, ad esempio, gli spostamenti degli uccelli e/o per monitorare singoli esemplari.

Tornando alle specie indigene, tra le osservazioni interessanti vi ricordo la coppia di CASARCHE alle Meleghine e la VOLPOCA alle Casse del Secchia. La primavera è alle porte e anche grazie ad un inverno mite molte specie sono già in fermento come le TOTTAVILLE in canto dalle parti di Polinago e le CICOGNE BIANCHE che iniziano a visitare i nidi artificiali montati nelle campagne tra Carpi e Novi. Altro segno della primavera incombente è stato l’arrivo della prima RONDINE, vista a La Tomina il 24 Febbraio. Riporto come promemoria le date di prima segnalazione degli anni in cui è stata raccolta la checklist:
2004: 9 Marzo
2005: 26 Febbraio
2006: 4 Marzo
Se qualcuno ha segnalazioni più precoci, anche per gli anni passati, le può segnalare in lista.

Per chi volesse approfondire l’argomento Rondine, qui di seguito ho riportato alcuni link tratti da un sito interessante su un progetto di studio e conservazione riguardante appunto la Rondine:
http://www.swallowschool.it/
Da vedere
http://www.swallowschool.it/Ita/obiet_africa/rotte.html
con le rotte migratorie delle popolazione europee. Inoltre alcuni dati inerenti l’inanellamento in Nigeria:
http://www.swallowschool.it/Ita/obiet_africa/ebbaken2.html
e soprattutto nella Repubblica Centro Africana:
http://www.swallowschool.it/Ita/obiet_africa/boda2.html
Dico soprattutto visto che più della metà delle Rondini ricatturate qui sono di origine italiana.

Ho scoperto che, per quanto riguarda le aree di svernamento, c’è una certa segregazione tra le diverse popolazioni europee: molte delle nostre Rondini, come già detto, svernano in Africa centrale mentre quelle nord europee vanno molto più a sud. Ad esempio le Rondini finlandesi:
http://www.fmnh.helsinki.fi/elainmuseo/rengastus/tuloksia/karttoja/haarapaasky.g\if

Volendo favorirne la nidificazione potete avere qualche utile informazione qui:
http://www.unicalmondo.it/lipu-rende/rondini/Nidorond/index.htm.htm

Filmatino :-) da notare la sincronia!
http://ibc.hbw.com/ibc/phtml/votacio.phtml?idVideo=3852&tipus=1
 
Marzo

Il mese si è aperto con l’arrivo delle MARZAIOLE, un po’ in ritardo rispetto all’anno scorso. Altri arrivi primaverili sono stati il VOLTOLINO, la QUAGLIA (che invece ha anticipato) e le prime CUTRETTOLE, di cui parleremo dopo. Ancora presenti almeno fino alla prima decade del mese lo SMERIGLIO e il NIBBIO REALE. L’osservazione forse più interessante è stata quella del CUCULO DAL CIUFFO. Visto e fotografato a La Tomina il 18/3, la notizia è rimbalzata sulla nostra lista da un altro forum
http://www.naturame diterraneo. com/forum/ topic.asp? TOPIC_ID= 24111
Marzo si è poi concluso con il gradito ritorno dei RONDONI.

Prendendo come spunto le prime segnalazioni di Cutrettola, vi segnalo alcuni link interessanti per chi volesse approfondire l’argomento. Dai Quaderni di birdwatching (QB) su www.ebnitalia. it:
Per chi è un po’ arrugginito, una rinfrescata per non confondersi:
QB 6 - Anno III - vol. 6 - novembre 2001
Ballerina gialla o Cutrettola? di Roberto Garavaglia

Inoltre un bell’articolo sulle diverse sottospecie, daleggere e studiare:
QB 6 - Anno III - vol. 6 - novembre 2001
Identificazione delle Cutrettole: variabilità dei maschi in abito riproduttivo. Testo e tavole di Igor Festari

Se non vi accontentate dei disegni e volete fare un po’ di birdwatching virtuale diversi filmati si trovano su
http://www.hbw. com/ibc
Il link diretto per le Cutrettole è:
http://ibc.hbw. com/ibc/phtml/ especie.phtml? idEspecie= 5409

Da noi nidifica la ssp. cinereocapilla mentre in migrazione, pur essendo flava la ssp. più abbondante, passa un po’ di tutto.
Per farsi un’idea di quello che normalmente si può vedere nella nostra provincia potete andare a visitare il sito della SOM su
http://www.cisniar. it/ poi in S.O.M. poi in Inanellamento a scopo scientifico (Ringing). Qui si possono trovare, elencate tra le altre specie, anche le Cutrettole con le diverse sottospecie e la relativa frequenza di inanellamento:
Motacilla flava
flava
flavissima
thunbergi
feldegg
cinereocapilla
iberiae
Quello delle sottospecie è un problemino non da poco tanto è vero che alcune potrebbero diventare specie a tutti gli effetti.
Basta leggere questo articolo nella parte relativa alle Cutrettole:
QB 1 - Anno I - n° 1 - aprile 1999
Splitting & Lumping...: ma quante nuove specie? di Roberto Garavaglia

Già che ci sono, vista la scontata somiglianza con la M. flava, metto anche un paio di link con filmati di Cutrettola testagialla orientale Motacilla citreola. Ricordo che due esemplari vennero inanellati a La Tomina tra agosto e settembre dell’anno scorso. Foto su http://it.geocities .com/modenabw/ foto/citr. htm

Filmati Motacilla citreola Maschio
http://video. google.it/ videoplay? docid=5878947553 41654844& q=motacilla+ citreola
Femmina
http://video. google.it/ videoplay? docid=-520900963 3022233716& q=motacilla+ citreola
Occhi aperti dunque e buon divertimento!
 

Aprile

Per quanto riguarda il mese di aprile, fatta eccezione per il CUCULO DAL CIUFFO (Partecipanza di Nonantola -17/4) e per l’OCCHIONE (La Tomina - 30/4), non ci sono state osservazioni particolarmente eclatanti.
Quello che però mi ha colpito esaminando i dati è stata la grande quantità di specie primaverili di passo e non: alla nostra c.l. si sono aggiunte ben 45 specie “nuove”.
Le date di arrivo sono più o meno in linea con quelle dello scorso anno anche se qualche specie haanticipato.
 

Maggio

Maggio è stato un mese tranquillo, almeno a giudicare dal numero di messaggi arrivati, con poche nuove specie. Voglio ricordare tra quelle arrivate in rete, tre osservazioni particolari non tanto per la rarità ma per luogo e periodo.
Mi riferisco al PETTIROSSO sentito a Modena fino ad almeno il 26/5 (che nidifichi?), alla CINCIA MORA vista sempre a Modena a fine mese il 29/5 e al BECCACCINO contattato a La Tomina il 26/5.
Per il resto tutto nella norma.
 

Giugno

Ho aggiornato la c.l. di giugno: mese tranquillo, con pochi messaggi e qualche specie nuova.
Tra queste da ricordare il GABBIANO PONTICO Larus cachinnans prima estate visto a La Tomina. Se non sbaglio è la prima osservazione su mo_bw dal 2004. Penso sia una segnalazione molto interessante considerato la specie e il periodo.

Identificare i vari tipi di gabbiani reali (specialmente immaturi) è una di quelle cose che, come direbbe un mio amico, distingue gli uomini dai ragazzi :-)
Quindi, considerata la difficoltà dell’argomento, prendo spunto per segnalare un paio di articoli di approfondimento che potete trovare nei Quaderni di Birdwatching su www. ebnitalia.it .
Il periodo non è il più adatto per cimentarsi sull’osservazione dei Gabbiani reali però vale la pena di leggerli.

Appunti sulla distinzione degli adulti di Gabbiano reale del Caspio dal Gabbiano reale zampegialle
di Andrea Corso
Anno I - n° 1 - aprile 1999
e
Distinzione sul campo di piumaggio juvenile e 1° inverno di Gabbiano reale mediterraneo, Gabbiano reale nordico e Gabbiano del Caspio
Di Carlo Catoni
Anno III - vol. 5 - aprile 2001

Inoltre consiglio di visitare il sito di Menotti Passarella
http://oystman.tripod.com/italiangulls/
con link diretto al cachinnans
http://oystman.tripod.com/italiangulls/id4.html

e il sito di Martin Reid
http://www.martinreid.com/Gull%20website/gullsind.html
link diretto al cachinnans
http://www.martinreid.com/Gull%20website/cachinx.html
 

Luglio

Sono banale se vi dico che anche luglio è stato un mese tranquillo? Chiaramente sì ma lo è stato davvero, forse anche a causa del caldo.

Di rilevante, oltre a due specie aufughe ovvero CIGNO NERO e ROSELLA sp., si conferma la presenza dell’OCCHIONE in provincia di Modena. Anche lo scorso anno era stato segnalato, sempre nello stesso sito.
Come al solito qualche link per fare un po’ di BW virtuale.

Qualche foto qui
http://www.ebnitali a.it/QB/QB007/ portfolio. htm

e due filmati:
http://www.hbw. com/ibc/phtml/ votacio.phtml? idVideo=10532& Burhinus_ oedicnemus

http://www.hbw. com/ibc/phtml/ votacio.phtml? idVideo=15087& Burhinus_ oedicnemus

Inoltre il canto:
http://www.scriccio lo.com/eurosongs /Burhinus. oedicnemus. wav
 

Agosto

Intanto va detto che abbiamo pareggiato ;-): Parma 196 – Modena 196 (con “aufugame” vario noi siamo
a 201) http://it.geocities .com/froscelli/ bw/parmabw2007. htm

Verona invece ci fa mangiare la polvere... http://www.maudoc. com/verona/ clVR2007. htm

Scherzi a parte l’acuto del mese di agosto è stato certamente l’inanellamento presso la Tomina di un esemplare giovane di CANNAIOLA DI JERDON Acrocephalus agricola.

A partire dal 1993 questa specie ha iniziato a farsi vedere e catturare in Italia con sempre maggior frequenza tanto che se guardate la c.l. italiana su http://www.ciso- coi.org/checklis t.htm è data come migratrice e svernante irregolare.

Nel modenese è stata inanellata alla Partecipanza di Nonantola nel 1995, da quel che so la prima per l’Emilia Romagna. Quella di Mirandola dovrebbe quindi essere la seconda segnalazione regionale.
Qualche informazione in più e alcune foto di esemplari inglesi qui:
http://www.birdguid es.com/species/ species.asp? sp=136087

Visto che, almeno a livello regionale, si tratta di un accidentale vale la pena di leggersi un articolo di approfondimento sul tema, in cui si parla anche di questa specie (ma non solo): “Uccelli accidentali: perchè arrivano ed a cosa servono? Un’analisi critica dell’annosa questione” di A. Corso in Quaderni di Birdwatching Anno V - vol. 9 - aprile 2003 su www.ebnitalia. it

Per concludere, nel mese di agosto interessanti tra le altre anche le segnalazioni di BIANCONE, GRILLAIO (fino a 30-35 esemplari insieme), MIGNATTAIO, PIVIERESSA, PETTAZZURRO e CANAPINO MAGGIORE.
 

Settembre

Nel mese di settembre sono continuate le segnalazioni di GRILLAIO nelle zone di Prignano, Puianello, S. Dalmazio e Pavullo. Almeno fino al 20 settembre gruppi di diverse decine di individui, talvolta insieme a qualche FALCO CUCULO, hanno approfittato della notevole disponibilità di cavallette nella fascia collinare e di prima montagna.
Considerando gli anni passati credo si possa dire che il fenomeno sia stato rimarchevole, anche per i numeri.

Oltre ai Grillai, altra segnalazione interessante è stata quella del MARANGONE MINORE alle Casse del Panaro. La specie è molto abbondante nel delta del Po e nelle Valli di Comacchio e ormai pare spingersi nell’entroterra con una certa regolarità, anche se raramente.

Altra segnalazione: i 5 PIVIERI TORTOLINI del crinale. Probabilmente la specie è stata finora sottostimata ma uscite mirate ne hanno rivelato la presenza.

In più rileggendo i messaggi da ricordare, in ordine cronologico, FALCO PESCATORE a Novi, GUFO DI PALUDE inanellato al La Tomina e a chiudere il mese RONDONE MAGGIORE a Nonantola.
 

Ottobre

Poche le osservazioni interessanti. Tra queste da ricordare in sequenza cronologica un giovane di CICOGNA NERA a Manzolino il 7/10, un GABBIANELLO alle Casse del Secchia il 20/10 e per finire l’aufugo di turno ovvero un’ALZAVOLA DEL
CAPO (Anas capensis) il 23/10 alle vasche di Tivoli in provincia di Bologna ma sul confine con Modena.
Spero di non essermi dimenticato niente di importante.

Per quanto riguarda “l’airone strano” permettetemi di tenerlo in stand-by ancora per un po’...
 

Novembre

Ho caricato gli aggiornamenti alla check list per il mese di novembre. Di rimarchevole, in ordine cronologico:
16 GRU in volo su Camposanto, un GUFO DI PALUDE alla Partecipanza di Nonantola, uno SVASSO PICCOLO alla Tomina, una PIVIERESSA a Novi, una CASARCA maschio alle Case del Secchia oltre alle “solite” CICOGNE BIANCHE a Novi. Infine, Oca granaiola e 3 Oche Lombardelle alle Casse del Panaro (segnalate da Romano Benassi).

Bella anche la segnalazione di AQUILA REALE vista mentre spiumava un Airone cenerino alla confluenza tra Scoltenna e Leo.

Per approfondire.
C’è un interessante articolo di Michele Scaffidi: Presenza di Casarca Tadorna ferruginea in Emilia-Romagna.
Lo trovate nel bollettino dell’Asoer (n.12 - 2006) a questo link
http://www.asoer.org/news_bollettini/bollettino12.html#casarca
Dall’articolo risulta che le segnalazioni di questa specie sono aumentate considerevolmente a partire dal
2004. Per quanto riguarda la provincia di Modena, a dicembre 2006, le segnalazioni per gli ultimi 10 anni sono 10.
 

Dicembre

Si è dunque concluso anche questo anno ornitologico.
Nel 2007 sono state osservate 220 specie a cui aggiungerne 5 appartenenti alla lista E per un totale
di 225. Numeri in linea con quelli dell’anno scorso, ma più bassi rispetto a 2004 e 2005.
Non voglio dilungarmi oltre in considerazioni e confronti anche perchè manderò i commenti sul 2007
quanto prima.

Venendo a dicembre, nell’ultimo mese dell’anno sono arrivate poche segnalazioni ma tra queste voglio
ricordare almeno 3 specie:
PESCIAIOLA - 10/12 – Manzolino (notizia rimbalzata su mo_bw da EBN-Italia);
CASARCA - 26/12 - Casse del Secchia;
STROLAGA MEZZANA 26 e 27/12 - Casse del Secchia.
Strolaga mezzana e Pesciaiola, probabilmente regali degli ultimi freddi, sono doppiamente interessanti
considerato che non sono mai state viste (o meglio, segnalate in lista) da quando viene redatta la c.l. di
mo_bw, ovvero dal 2004.

Per il resto tutto nella norma considerato il periodo, con osservazioni varie di TORDI, AVERLA MAGGIORE e
NIBBIO REALE.